Benvenuti in Italia, provincia di Gotham

Nemici invisibili, pacchi bomba, coprifuoco, restrizioni alle libertà personali. Nel giro di qualche settimana l’Italia intera sembra essere diventata una riproduzione in scala gigantesca della nostra amata città di Gotham City, alle prese con il solito gas della solita paura dello Spaventapasseri  di turno, ma niente paura miei piccoli Cavalieri di Robin, vi basterà seguire le istruzioni e, anche stavolta, tutto andrà bene, almeno fino a quando Killer Croc non farà indigestione:)

Seguite le istruzioni

Così come Batman e come molti di voi me ne sto isolato e osservo l’evolversi delle vicende. Quel che vedo, devo ammettere che no, non mi piace, sento che si respira un clima da tutti contro tutti.  Troppi sono infatti i J’accuse virtuali lanciati per liberarsi dalla possessione di un demone chiamato silenzio e per acchiappare qualche like, quello lo si fa sempre, come se poi fosse importante. Ogni 10 like ti danno un burger e forse a 10000000 avrai il tesserino del Gotham Central Police Department? Se fosse così ci potrei pure pensare, ma no, non è così, quindi piccoli Cavalieri di Robin, pensiamoci un attimo

 Guardatevi dal nemico invisibile, come vedete il nemico invisibile punta alla bocca e al naso, niente paura, fate come Batman, indossate una maschera!

Non lo so, il mio modo di comunicare è impostato in un altro modo. Mi irrito quindi quando vedo scrittori affermati lanciare strali su Facebook in un nome di un senso comune, non di certo buono, che mantiene attivo tutti i sensibili sensori dell’ego. Fateci caso, non c’è niente di più sensibile dell’ego, nemmeno la sensibilità stessa è così “sensibile” in questo particolare momento. Non ci vuole certo un genio a capire certe cose e chiunque si occupi di comunicazione sa che quel modo di dare notizie avrebbe potuto portare solo a questi tristi risultati, certamente non da tutti ma da qualcuno. Qualcuno che coltiva interessi personali ed è stato proprio questo continuo interesse verso il proprio cortile che ha lasciato quel che c’è fuori in un enorme disinteresse.

   State a casa: non c’è posto migliore 🙂 

Infatti tutti noi coltiviamo più l’ego che qualsiasi altra cosa Tutto ormai è incentrato sulla coltivazione di un ego personale anche la quarantena all’epoca dei social virus. Tutto quello che facciamo è ormai in funzione dell’ego e non mi sorprenderei di vedere qualcuno vestito da Batman prima o poi per attirare l’attenzione. Eppure abbiamo bisogno come non mai di super poteri, come responsabilità e sacrificio. Poteri che proprio non piacciono più nessuno.

 La vita andrà avanti

Siamo pronti a criticare tutto e tutti. Così, perché quel cinismo che tanto piace nella nostra doppia vita porta all’egoismo in ogni vita. Abbiamo raddoppiato le identità e forse qualcuno sperava che le cose potessero andare meglio e invece no, è raddoppiato il malumore, il malcontento, il senso di solitudine che alimenta il bisogni di un’identità online.

 

 Lascia le scarpe fuori dalla porta di casa

Please follow and like us:
20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *