la santità è una consuetudine di abitudini

Io sono pieno di problemi

Il mare là fuori culla l’idiozia mia a braccetto con l’inquinamento del mondo

Io sono un santo non sociale

Il mondo al di fuori non fa altro che gettarmi infinite ondate di problemi

Sono un santo non sociale su una scala immobile

Problemi che ritornano in forma di gigantesche onde traumatiche

Sono un santo immobile e su scala cristallina

Sotto un riflusso di acqua problematica che abbatte i porti sicuri

Sono un santo scalato, immobile e pieno di cristallini problemi

L’acqua zozza e scura mi sporca i gomiti ruvidi

Mi liquida d’asfalto caldo le ginocchia rigide

E della statua di santo non resta che poco

Il sale cristallizzato corrompe la mia natura 

Please follow and like us:
20

Un pensiero su “la santità è una consuetudine di abitudini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *