La parola magica

Durante le sue imprese un cavaliere finì intrappolato di notte in un cimitero stregato. Il cancello, animato da qualche arcano incantesimo, non voleva proprio saperne aprirsi. – – Devi dire la parola magica. Questo era il suo ritornello.
– Abracadabra. Apriti Sesamo. Shazam. Diversi furono i tentativi provati dal cavaliere ma a nulla servirono. Sfinito e nervoso il cavaliere chiese al cancello:
-Non c’è un guardiano in questo cimitero?
– C’è o, per essere più precisi, quel che ne resta deve trovarsi nella cripta.
Il cavaliere si avviò verso la cripta, aprì la porta e scese gli scalini fino ad arrivare a intravedere nella penombra un corpo decisamente più morto che vivo.
– Sei tu il guardiano?
– Lo ero.
– E cosa fai qui?
– Soffro per amore.
– Cioè?
– Degli spiriti maligni tengono prigioniera l’anima di mia moglie.
–  Se ti aiuterò mi dirai la parola magica? Si offrì lestamente il cavaliere.
– Certo.

Il cavaliere passò il resto della notte a lottare contro spiriti e spiritelli e alla fine, in qualche modo ebbe ostinatamente la meglio sulle forze del male. Liberata l’anima della moglie del guardiano si recò nella cripta.
– L’impresa è compiuta. Disse al guardiano.
– Grazie. Fu la sua risposta.
Il cavaliere lo incalzò: -Ora puoi dirmi la parola magica per aprire il cancello maledetto. – Non so di cosa tu stia parlando. Furono le ultime parole del marito riappacificatosi con l’anima della moglie prima di diventare polvere. Al cavaliere sconsolato non restava che tornare al cancello. Questi  appena lo vide commentò:
– Bravo. Si è parlato molto di te per quello che hai fatto stanotte, bell’impresa.
– Si sa, anche i morti hanno le orecchie, ma ora posso uscire?
– Mi spiace ma c’è solo un modo per uscire e lo conosci, devi dire la parola magica.
– Ma io non lo so, non la conosco.
– Eroe, non ti ha detto niente il guardiano?
– Grazie.
– Non stavo aspettando altro.
Rispose il cancello prima di spalancarsi.

220px-Noend

Please follow and like us:
20

Un pensiero su “La parola magica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *